Buone Feste !

christmas-1103957_960_720

 

Ciao a tutti voi cari lettori!!
Innanzitutto vi faccio i miei migliori auguri di un felice Natale (anche se ormai passato) e di un felice (e migliore) anno nuovo!
Come avete passato questi giorni di festa? Abbuffate varie immagino!

Questo Natale per me non è stato fantastico.
Cenone la vigilia e basta, non abbiamo organizzato chissà cosa anche perché la mia sorellina si è da poco operata al piede e attualmente è difficile andare troppo in giro visto che gira con le stampelle!!

Ad ogni modo, non so voi, ma quest’anno l’aria Natalizia, che solitamente senti già 1 mese (se non 1 mese e mezzo) prima, non l’ho sentita un gran che.
Solitamente come iniziavo a percepire l’aria natalizia nei negozi iniziavo ad ascoltare le canzoncine natalizie, l’attesa per far l’abero di natale e il presepe, andare a comprare i regali, girare per la città ad ammirare le luminarie, l’attesa delle ferie dal lavoro, i mega pranzi e cene a base di tortellini…

Quest’anno nulla di tutto ciò, ho fatto i regali all’ultimo solo ai miei genitori e a mia sorella.
Non ho trepidamente atteso i cenoni né i pranzi.
Ho fatto qualche giro ad ammirare le luminarie per la città ma non ho sentito quella gioia che solitamente percepisco durante questo periodo.
Che stia invecchiando? Nah, probabilmente è un periodo po’ così, dove nemmeno tu sai dove sbattere la testa, cosa pensare o cosa dire…stressata dal lavoro, dal quotidiano..
Onestamente l’unica cosa che aspetto con ansia è la fine di questo 2015!
MA anche se non ho avuto il vero mood natalizio, ho festeggiato con la famiglia, ho aperto dei regali ecc ecc…
Alla fine è questo il vero spirito del Natale no? Stare insieme con la tua famiglia, con gli amici…
Cosa c’è di meglio di un cenone con la propria famiglia riunita? Del guardare i film stupidi di Natale sul divano bevendo una cioccolata calda? Della gioia delle persone quando il regalo che gli hai fatto li ha riempiti di felicità?
Sì i regali sono superflui e si sà che il Natale è diventato un vero business…ma credetemi che vedere felici i miei cari nel scartare i regali che avevo preso per loro, mi ha reso felice…

Detto ciò…
Vi auguro il meglio da queste feste e spero che il prossimo anno sia un anno pieno di felicità, amore, fortuna, tanta salute e lavoro!

Un bacio
G.

Annunci

After – Anna Todd

IMG_2252

 

Buonasera cari lettori!
Ho appena finito di leggere l’ultimo volume della saga AFTER, scritta da Anna Todd.
Tra pubblicità e mega espositori in librerie e negozi, penso che ormai tutti abbiano avuto modo di “notare” questa saga.
Ho iniziato a leggere questa saga intorno a giugno e oggi ho finalmente scoperto come si conclude questo romanzo! (gli ultimi 2 volumi sono usciti di negli ultimi 3 mesi!).

La saga è composta da 5 libri:
After
After – Un cuore in mille pezzi
After – Come mondi lontani
After – Anime perdute
After – Amore infinito

TRAMA:
Un amore impossibile.
Un amore ribelle.
Un amore infinito.

Ambiziosa, riservata e con un ragazzo perfetto che l’aspetta a casa, Tessa ama pensare di avere il controllo della sua vita. Al primo anno di college, il suo futuro sembra già segnato: una laurea, un buon lavoro, un matrimonio felice…Sembra, perché Tessa fa a malapena in tempo a mettere piede nel campus che subito s’imbatte in Hardin.
E da allora niente è più come prima.
Lui è il classico cattivo ragazzo, tutto fascino e sregolatezza, arrabbiato con il mondo, arrogante e ribelle, pieno di piercing e tatuaggi. E’ la persona più detestabile che Tessa abbia mai conosciuto. Eppure, il giorno in cui si ritrova da sola con lui nella sua stanza, non può fare a meno di baciarlo. Un bacio che cambierà tutto. E accenderà in lei una passione incontrollabile. Una passione che, contro ogni previsione, sembra reciproca. Nonostante Hardin, per ogni passo che fa verso di lei, con un altro poi retroceda.
Per entrambi sarebbe più facile arrendersi e voltare pagina, ma se stare insieme è difficile, a tratti impossibile, lo è ancora di più stare lontani. Quello che c’è tra Tessa e Hardin è solo una storia sbagliata o l’inizio di un amore infinito? Che sia davvero questo l’amore?

PREMESSA! Voglio recensire l’intera storia quindi ci saranno parecchi spoiler! Per chi non avesse ancora concluso la saga sconsiglio di leggere e di aspetterai aver terminato la lettura!!!

Devo ammettere che con questa saga mi trovo davvero combattuta fra pensieri totalmente positivi e altri totalmente negativi!!
Non posso dire che non mi sia piaciuto, anzi l’ho amato!! Ogni volta che finivo un libro, e riuscivo a comprare quello dopo, nel giro di pochi giorni lo avevo già finito!!!

Ma analizziamo l’intera vicenda, in primis i due protagonisti…

Theresa, alias Tessa, Young la conosciamo nel primo libro come tipica “santarellina” appena trasferita al college, in pieno stile “casa e chiesa” (ed effettivamente è così).
Abbandonata dal padre, ha sempre vissuto con sua Madre (donna alquanto schizzo-frenica a mio parere) alcuni la definiscono la tipica zitella isterica!!
Fidanzata con l’amico d’infanzia Noah, anche lui bravo ragazzo, di buona famiglia.
La loro è una relazione nata da sé, forse l’abitudine del stare insieme sin da piccoli? Ad ogni modo la loro è una relazione molto platonica per ragazzi della loro età, limitata a baci qualche step più spinto ma entrambi sono ancora vergini, volendo aspettare il matrimonio. (già immagino la ola stile “ed vabbè esagerati!” ragazzi ognuno la pensa come vuole!!!! E poi si tratta di un libro sù!!) 😛

Hardin Scott, studente del college, ragazzo molto problematico, dal passato tormentato.
Nato e cresciuto a Londra, dopo essere stato abbandonato dal padre alcolizzato (trasferitosi in America per disintossicarsi e cambiare vita), raggiunge il mal voluto padre in America per frequentare il college e laurearsi, stando lontano (o almeno provando) dai guai.
Il rapporto col padre è molto conflittuale, da parte di Hardin non c’è il minimo interesse nel ri-appacificarsi con lui e la sua nuova vita da benestante con moglie e figlioccio adottivo (Landon – fratellastro di Hardin nonché miglior amico di Tessa).
Lui è il tipico ragazzaccio, tutto piercing, tatuaggi, alcool, festini e donne. Il classico Bad Boy, ma più avanti vedremo che è molto peggio!!

I due si incontrano per caso, poiché Tessa condivide la stanza con una delle amiche di Hardin (anche lei stile punkettona).
Le proteste di sua madre sulla coinquilina, e i suoi avvertimenti a non frequentare gente del genere, spingono Tessa a far proprio l’opposto!
Attratta sicuramente dal fascino trasgressivo di Hardin e al mondo “tutto divertimento” della sua compagnia, nonostante l’inizio tra i due sia basato sul disprezzo reciproco.

Da qui possiamo dire che inizia L’APOCALISSE.
Perché dico così? Perché penso che tutte le sfortune che possano capitare nel campo amoroso, Tessa le abbia vissute tutte insieme con una sola persona!!! Penso sia assurdo oltre che cattivo!! Cara Anna potevi essere più clemente con questa ragazza??
Mi ha fatto tenerezza sin da subito.

Tra party, sbronze, giochi spinti e tanto altro, Tessa tradisce il suo amato Noah, viene beccata e tronca con lui perché troppo infatuata da questo ragazzaccio (onestamente mi è dispiaciuto un sacco per Noah!).
Vi risparmio i mille episodi di schizzo-frenia acuta della madre e delle super litigate tra lei e Tessa (in alcuni litigi, mi spiace dirlo, ma tifavo la mamma! Tessa hai fatto troppe scelte sbagliate e detto troppe cose sbagliate!!).
Torniamo alla storia…
Hardin sembra ricambiare il sentimento, nonostante i modi molti burberi e volgari che ha per dimostrarlo.
La relazione sembra filar “liscio” nonostante la piccola Tessa provi sempre un senso di disagio nella compagnia del fidanzato, forse troppo diversa da loro? O c’è sotto qualcosa?

Beh dopo aver lasciato che Hardin le togliesse la verginità, scopriamo che era tutta una scommessa contro di lei, fatta da Hardin e i suoi amici (che dovevano essere anche amici di Tessa..) Qual era la scommessa? “Hardin sarebbe riuscito a portarsela a letto?”
Deprimente vero? Nonostante il ribrezzo al pensiero di una cosa del genere, devo ammettere che la scrittrice ha pienamente colto un piccolo dettaglio che rispecchia totalmente la realtà.
Non so voi, ma non è la prima volta che sento scommesse di questo tipo e devo dire che sono davvero schifata all’idea che ci sia gente di questo genere.. ma apprezzo che Anna abbia voluto mostrarci qualcosa di reale (oltre che brutale) e non il solito amore da favola, tutto rose e fiori..

La relazione fra i due è un continuo tira e molla in tutti e 5 i libri, questo è stato davvero estenuante da leggere, soprattutto perché a man a mano che leggevo il libro vedevo una Tessa sempre più succube di Hardin e sempre più zerbino.
Nonostante i mille errori di Hardin, lei tornava sempre da lui o se lui tornava da lei..lei lo riprendeva a braccia aperte!!
Magari faceva un po’ la preziosa, ma TUTTE le volte tornavano insieme.
Dopo il terzo tira e molla onestamente ero tentata di dargliela sù, troppo surreale, mai viste scene così nemmeno su beautiful (che non guardo tranquilli!!!)
Ho continuato a leggere la saga e comprare i nuovi libri perché avevo già speso una fortuna per i primi volumi ( il cartaceo va da 15 ai 17€!!) e perché ero curiosa…
MA..non ero tanto curiosa per sapere il finale, quanto perché pregavo che Tessa riuscisse a tirar fuori le pa**e e a riprendersi in mano la vita!!
Ebbene cari lettori, non lo fa nemmeno nei volumi dopo, o almeno troviamo un minimo di ripresa tra il 4° e l’ultimo, ma nulla di che.
Entrambi capiscono quanto sia malata la loro relazione, o almeno Tessa di sicuro lo capisce al 100%: lui è troppo geloso, violento, brutale, quando si ubriaca diventa una bestia, volgare e strafottente oltre a voler avere ragione su tutto e poter comandare Tessa a bacchetta; lei è succube di lui, si lascia comandare, si lascia man a mano distruggere, diventando quasi un guscio vuoto, tutto perché ritiene il suo amore per lui troppo forte per potergli resistere. (BAH!!!!!!)
Col passare del tempo vediamo Tessa affiancare al mondo dello studio quello del lavoro e siamo punto e capo con i drammi e le gelosie.
Lui decide che devono andare a convivere, lei accetta (che sarebbe meglio dire “si lascia convincere”) e i drammi aumentano.
Sono talmente tanti che non starò ad annoiarvi!
Per tanto passiamo al gran finale (SPOILER ALLERT!)

Dopo lotte su lotte, litigi, risse, pianti, disperazioni, urli ecc.. Tessa decide di prendere le distanze da Hardin, ma non come le volte precedenti dove lui alla fine riappariva e lei non diceva niente, tornando da lui scodinzolando, questa volta Tessa è decisa.
Da qui abbiamo diversi salti temporali, passiamo da qualche mese a qualche anno ecc…ecc..
In questi salti nel futuro scopriamo che i due si sono effettivamente allontanati, in particolare quando Tessa scopre il libro di Hardin in fase di pubblicazione (che lo renderà famoso come scrittore), che racconta la loro storia. Questo episodio le fa capire che è meglio che prendano le distanze per pensare un po’ a loro stessi.

Ma alla fine….
(lei cede..)

E ce li troviamo felici di nuovi insieme!! MA fortunatamente troviamo un Hardin NUOVO e completamente – o almeno in buona parte – cambiato!
Prima non voleva matrimonio e figli e adesso sembra propenso ad avere tutto ciò che fino a poco tempo prima negava alla sua amata.

IL GRAN FINALE….l’amore vince!! Tornano insieme e mettono su famiglia!!
Banale direte voi…un po’ sì effettivamente, mi ha fatto piacere vedere nell’ultimo libro, un Hardin diventato più maturo e migliorato! Ma onestamente un amore così folle e malato non lo avrei concluso con il “felici e contenti”, pensavo a lei sposata con un dottore e con dei figli e lui accompagnato magari da una super model.
Un finale brutale penserete, ma è così che secondo me deve finire un amore malato: i due amanti che prendono strade diverse e che appena si rivedono entrambi sanno che il loro amore è per sempre (e magari ne soffrono) ma che per il loro bene fisico e mentale sia andata meglio così…beh è una mia idea!!! Troppo drammatica forse (potrei scrivere un libro!! scherzo! :P)

Oltre al finale un po’ scontato, come già accennato ho avuto serie difficoltà ad accettare questo “essere schiava dell’amore” di Tessa.
Leggendo certe parti è nato in me lo spirito femminista e a volte dentro di me urlavo a Tessa “Ma cosa stai facendo???? Ma svegliati!!”
Ebbene sì me l’ero presa a cuore questa ragazza, Anna andiamo!! Sei donna anche tu, non puoi mostrarci come povere smidollate che fanno da cagnolino agli uomini…capisco una volta…massimo due ma qui c’è la recidiva!!
Ah ragazze/i non ce la faccio, questa cosa non la sopporto, ho odiato questa Tessa in versione cagnolina.

L’iper gelosia di Hardin aggiunta al suo atteggiarsi da “padrone” nei confronti di Tessa? Odio all’ennesima potenza.
Viviamo in un mondo in cui le donne, nonostante siano emancipate, in realtà sappiamo che non lo sono totalmente e questo libro lo dimostra!!!
Per fortuna che alla fine questo ragazzo si dà una bella svegliata!! Io di certo dopo un mese lo avrei già mandato a quel paese!!!!! Brava Tessa però che nonostante tutto – e la demolizione pisco-fisica che ti ha procurato Hardin – sei sopravvissuta e hai lottato per il tuo amore!! Io non ne sarei stata capace!

Ultimo dettaglio negativo, poi termino questo papiro chilometrico, le scene “HOT” tra i due personaggi, le scene d’amore e i relativi dialoghi pre-durante e dopo:
IMBARAZZANTI, Perché vi chiederete? troppo volgari, o almeno lui troppo volgare (e lei non gli dice nulla!!!!!) sarà il carattere psicotico del ragazzo, sarà che la scrittrice voleva far vedere il burbero che è in lui, ma IO non ce la faccio a leggere approcci intimi cominciati con dialoghi così tanto volgari, frasi che sfido io, voi donne a desiderare così tanto di sentirvele dire ad ogni approccio, alla secondo volta io gli avrei tirato in testa qualcosa!!
Per quanto riguarda le descrizioni, ci sono molto particolari poco censurati, di certo lo classificherei tra i “new Adult” nella sezione “hot”.

Nonostante questi dettagli pochi piacevoli, a mio parere ovviamente, in una scala da 1 a 10, gli do sicuramente un 7,5! Vi consiglio di leggerlo ma se trovate altro non sarebbe male!! Mi è piaciuto perché non parliamo del solito amore tutto rosa e cuori, c’è più realisimo anche se parliamo di realismo nel campo delle relazioni MALATE.

Di certo ti fa riflettere sui lati negativi dell’amore.

Ho capito che spesso ci facciamo accecare troppo dall’amore e non sempre vediamo il male che stiamo facendo a noi stesse, alla relazione e a chi ci sta intorno e ci vuole bene.
Lasciarsi invadere dai sentimenti e dall’amore è diverso dal lasciarsi consumare da esso, e di certo non è un bene farsi consumare dall’amore verso il partner.
Nel finale grazie a Tessa ho capito che finché non stiamo bene con noi stessi non potremmo mai stare bene con un partner, o almeno non totalmente.
Bisogna trovare la propria serenità prima di trovare la serenità con la tua anima gemella.

A voi i commenti!
Buona notte!
Un bacio
G.

Evernight Saga

evernight_claudia_gray_mondadori_01

 

Buonasera a tutti!!! 🙂

Oggi vi parlerò della saga “Evernight”, scritta da Claudia Gray.

La saga è divisa in 5 libri:
1 – Evernight
2 – Stargazer
3 – Hourglass
4 – Afterlife
5 – Balthazar (spin off)

TRAMA

“Torneremo insieme Bianca. Non so quando né come, ma so di non avere alcun dubbio. Non potrebbe essere altrimenti. Ho bisogno che anche tu ci creda. Perché credo in te.”

E Bianca crede in Lucas, gli crede come non ha mai creduto in nessun altro prima d’ora. Perché Bianca non è mai stata innamorata come lo è lui. Perché il promisero, quello che ti strappa il cuore e ti lascia senza fiato, è sempre vero.

E non importa essere un vampiro, non importa se tutto e tutti sono contrari a questo sentimento. Bianca e Lucas non vogliono scegliere da che parte stare. Bianca e Lucas, a sedici anni, tra i corridoi di Evernight, un esclusivo e misterioso collegio, hanno incontrato l’amore. E nessuno potrà portarglielo via.

Bianca è una vampira, ma non una vampira qualsiasi, lei è speciale, è stata concepita da 2 vampiri e non trasformata, un evento più unico che raro. Sono pochi gli esemplari come lei.
Bianca è ancora in parte umana, è ancora viva, ma sente crescere il bisogno di sangue, difficile da soddisfare bevendo sangue di animale appena tiepido.
Da poco si è iscritta alla scuola di Evernight, trasferendosi lì con i genitori (insegnanti della stessa scuola).
Cos’ha di speciale Evenrnight? Semplice: si tratta di una scuola prestigiosa per umani e vampiri, ma gli umani non sanno dell’esistenza di queste oscure creature…

Lucas è un giovane ragazzo tornato a Evernight dopo essersene andato poco tempo prima.
Di lui si sa poco e niente e Bianca ne è subito attratta dopo il loro primo “scontro/incontro”.
Lucas tuttavia nasconde qualcosa….qualcosa che lo ha riportato in quella scuola e che metterà a rischio il grande segreto di Evernight.

Beh non posso di certo spoilerare tutto no??? 😉
Non mi piace anticipare troppo ai miei lettori e non voglio di certo raccontarvi tutta la storia in breve, che senso avrebbe leggerlo?
Sta a voi scoprire cosa succederà leggendo la saga!!!

La mia idea iniziale era quella di scrivere un post per ogni libro (ad esclusione dello spin off che non ho trovato e non ho ancora letto), purtroppo però ho cambiato idea man a mano che ho letto l’intera saga.
Il motivo? In tutti i libri ho trovato i medesimi aspetti negativi – ovviamente parere personale! – ed è per questo motivo che ho deciso di racchiudere le mie opinioni in un unico post.

Per quale motivo non sono rimasta colpita?

Non fraintendetemi, la storia mi è piaciuta! Abbiamo l’amore, l’amicizia, amori non corrisposti, un bel po’ di scene d’azione tra vampiri e cacciatori di vampiri e tanti colpi di scena!! Alcuni di voi penseranno “beh figo no??”, altri magari diranno “beh non male! la solita storia in pieno stile paranormal”.
Sì è vero, si tratta di un racconto in pieno stile “paranormal romance” tuttavia, a differenza di altri racconti che ho letto, questa saga non mi ha dato quell’emozione in più da renderla diversa dalle altre storie. Penserete “Ma cosa stai dicendo??”, mi spiego subito:
Questo genere di libri è ormai molto diffuso tra gli scrittori vecchi e nuovi, lo dimostra il fatto che in una libreria qualsiasi possiamo trovare migliaia di racconti di questo genere.
Questo piccolo dettaglio non va di certo trascurato, lo scrittore rischia di cadere nel banale se non da alla storia un particolare, anche minimo, che la renda diversa dalle altre, pur trattando sempre gli stessi argomenti (paranormale e amore).
Penso che per gli scrittori questa sia una vera e propria e sfida e di certo non semplice! Ormai quanti libri di amore fra vampiri, o vampiri/umani, possiamo trovare? Tantissimi, se non troppi!
Per questo motivo da questo genere di racconti mi aspetto che lo scrittore si impegni con tutto se stesso a dare al lettore quella sensazione, quell’emozione in più che lo contraddistingua dalle altre 20mila saghe già lette e gli faccia dire “questo libro è fantastico!!!!”.
Probabilmente sono troppo esigente e pignola, è molto probabile.
Come già detto mi è piaciuta la storia ma non mi ha totalmente entusiasmata come altri racconti.

Sicuramente un piccolo “dettaglio tecnico” ha influenzato molto la mia idea su questo racconto:

Non mi è piaciuto il modo “repentino” con cui si sviluppa la storia d’amore tra i due protagonisti.
Tutto accade troppo in fretta, quasi come se la scrittrice volesse arrivare subito al momento “love” fra i protagonisti.
Non è stata dedicata particolare attenzione allo sviluppo sentimentale dei due personaggi, o almeno io avrei preferito leggere qualche pagina in più prima del “grande bacio”.
L’amore tra Bianca e Lucas nasce e cresce troppo in fretta.
I due ragazzi vengono direttamente catapultati nel mondo dell’amore quasi senza conoscersi – passiamo dal “chi sei?” al “bacio” nel giro di poche pagine (se pensiamo che in alcuni racconti il grande “primo bacio” appare verso fine libro!!!)
Sicuramente state pensando che sono davvero troppo esigente o esagerata, e che alla fine ci troviamo di fronte al tipico “colpo di fulmine” e che tutto è normale.
Sì è vero, è proprio ciò che succede, ma che vero colpo di fulmine sarebbe senza pagine e pagine di interrogativi interni del personaggio che non si capacita di ciò che sta provando? Cos’è un colpo di fulmine senza pagine e pagine di attesa e sospance? Ecco!! Io avrei preferito qualcosa di questo genere.

Nonostante ciò, non sono qui per dirvi “VADE RETRO! Non leggete!!”, tutt’altro voglio consigliarvi questa saga! Soprattutto se siete amanti del genere vampiresco.
Su internet troverete tantissimi fan di questa saga e vi confesso che mi sento un po’ aliena dal momento che non sono diventata così fan come gli altri, ma il mondo è bello perché è vario no?

Escludendo il dettaglio sulla “love story”, devo ammettere che la scrittrice è stata molto brava nel creare un vero e proprio mondo attorno alla storia, una scuola diversa dalle altre (con particolari e speciali lezioni per i vampiri – le lezioni di tecnologia moderna mi hanno fatto davvero divertire).
E’ molto interessante il modo in cui sono stati ideati e strutturati i backgrounds dei principali personaggi, pagina dopo pagina il lettore ha modo di conoscere pensieri, carattere e passato dei personaggi, questi dettagli sono inseriti nella storia al momento giusto senza allontanarsi dal filo principale del racconto.
Il finale? L’ho amato!! I finali di Hourglass (penultimo) e Afterlife (ultimo) mi hanno letteralmente colpita, due grandi colpi di scena che certamente non mi sarei MAI aspettata!
Come vi ho già detto i colpi di scena in questa saga non mancheranno e renderanno la storia sempre più interessante!!
Non vi resta che leggerlo se non lo avete già fatto 😉

A presto
G.

Carta o e-book ?

IMG_1924

 

Ciao a tutti! 🙂
Mi scuso per l’assenza, so che devo migliorare!!!

Oggi volevo parlarvi in generale del mondo dei libri!

Come tutti noi sappiamo, lo sviluppo della tecnologia ha invaso anche il mondo dei libri, dal quale sono nati i famosi e-book e i loro dispositivi di lettura.

Gli e-book possono avere diversi formati in base al dispositivo che si utilizza per la lettura – ad es. il Kindle ha un formato tutto suo il .mobi, gli IPad invece leggono formati .pdf e .epub etc…)
Il mondo degli e-book ha pienamente rivoluzionato il modo di leggere, ma non solo!!! Si sono creati veri e propri schieramenti tra chi è pro-digitale e chi è pro-carta.

Sono sempre stata dalla parta della carta (anche se mi dispiace per gli alberi!!).
Ho sempre trovato intimo e speciale il momento della lettura, toccare il libro, poterlo sfogliare e sentirne il profumo, sono sempre stati i piccoli momenti di gioia amati da qualsiasi lettore accanito!
Tuttavia la curiosità del mondo digitale, da vera amante della tecnologia, ebbe la meglio e decisi di provare anche io gli e-book.

Ho provato a leggere qualche libro sul mio MacBook, con scarso successo, gli occhi si sono stancati in fretta e il mal di testa è piombato su di me!
Non contenta ho deciso di provare con l’IPad ma, ahimè, il risultato è stato il medesimo.
Il risultato è stato davvero demoralizzante, soprattutto perché speravo di aver trovato la tecnica perfetta per il risparmio! Sappiamo tutti che il prezzo di un libro in carta è nettamente superiore rispetto al prezzo di un e-book.
Per coloro che leggono e acquistano ogni tanto dei libri potrà sembrare una spesa affrontabile! Tuttavia per chi, come me, si ritrova ad avere una lista di almeno 20 libri da comprare, con prezzi che vanno dai 15€ in su, beh state certi che il portafoglio inizierà a piangere!!

La disperazione, tra i “troppi libri da comprare” e i “troppi soldi da spendere”, mi ha portata alla decisione di diminuire drasticamente la mia lista di libri e di buttarmi alla ricerca di offerte nelle varie librerie per soddisfare la mia fame di lettura, spendendo poco!
A tutto ciò si sono aggiunti i miei genitori, quasi sull’orlo della disperazione, per avere una figlia con una camera invasa da tanti libri e quante scarpe, tanto da rischiare di rimanere fuori casa!!! (ovviamente scherzo!! 😛 )
Così dopo l’ennesimo pacco di libri comprati, ho accennato ai miei genitori l’esistenza del Kindle e così hanno deciso che sarebbe stato il perfetto regalo di Natale! (usare la tecnica “miglioramento logistica camera” ha avuto l’effetto desiderato! 😀 )

Ebbene sì Natale è arrivato in anticipo, il Kindle è già qui con me!!!
E’ vero! Avevo detto di essere pro-carta!! Lo so, mi sto contraddicendo direte…. E invece no!! Preferirò sempre il libro di CARTA! Ma ho avuto modo di testarlo prima di prendere in considerazione l’idea di possedere un Kindle e cari lettori, l’ho amato!

Amazon ha sviluppato un perfetto dispositivo per la lettura!!
A livello grafico siamo di fronte ad uno schermo molto semplice, effetto pagina di libro, nessuno schermo ultra luminoso e super tecnologico in pieno stile tablet di oggi, i vostri mal di testa e male agli occhi saranno solo un lontano ricordo!!!
A livello visivo vi sembrerà davvero di leggere una pagina di libro, a livello fisico ovviamente no! Il Kindle è molto leggero, piccolo e pratico, di certo meglio che avere un libro di 500 pagine in borsetta!!!

Ovviamente dopo i miei vari test nei negozi di elettronica, ho iniziato a cercare opinioni su internet e mi trovavo sempre di fronte ad un bivio: metà a favore del Kindle e metà contraria!

La decisione finale l’ho presa quando ho avuto un confronto diretto con qualcuno che lo aveva già comprato! Una mia collega e cara amica (anche lei blogger e book addicted!). Mi ha confidato di essersi convertita al mondo degli e-book e del Kindle e confermato che sarebbe diventato il mio migliore amico!!

Per questo motivo ho ceduto anche io!

Il Kindle è qui con me da solo 2 giorni e non faccio che leggere (ovviamente verrete informati sui libri che leggerò!!) senza stancarmi e lo amo sempre di più!!

La mia opinione del mondo della lettura digitale sarà sempre diviso fra amore e odio. Entrambi i metodi hanno i loro pro e i loro contro non lo si può negare!

Per chi fosse indeciso sul mondo degli e-book, beh consiglio di tentare!! Se non sapete da dove partire, date retta a me non mettevi a leggere su pc e tablet, vi causerete solo dolore agli occhi e alla testa, hanno schermi troppo luminosi e molto tecnologici a livello grafica e prestazione che, per quanto belli, per l’occhio diventano una vera tortura dopo 10 minuti! (se parliamo di modalità di lettura ovviamente).

Vi consiglio vivamente di affidarvi ad apparecchi creati apposta per la lettura e non rimarrete delusi!! Di certo il Kindle è un buon alleato 😉

Fatemi sapere le vostre opinioni!

Un Bacio
G.