Iridiama – Stefano Girola

iridiama-di-stefano-girola

Ciao a tutti!
Al solito mi scuso per l’assenza! Sono un caso perso lo so!

Tra i miei vari ed eventuali impegni e il lavoro ho avuto davvero poco tempo per la lettura! E infatti ho impiegato un’eternità a finire di leggerne uno!

Il libro in questione è il protagonista della recensione di oggi!

Titolo: Iridiama – La Leggenda di Turok
Autore: Stefano Girola

TRAMA:
“Da centinaia di anni, nelle terre meridionali del mondo di Irìdia convivono tre razze: i Nani, l’antico popolo delle montagne, i giovani Uomini, giunti dal nord a cercare fortuna nei pressi del mare, e gli Orchi, crudeli e spietati predatori sempre in aperto conflitto con le altre popolazioni.
Durante la Festa di Incoronazione del Principe dei Nani, gli Orchi si fanno minacciosi e costringono i loro rivali a reagire prontamente. Un’antica leggenda però affiora dalle ombre del passato e sarà la causa scatenante di una guerra aperta tra loro e motivo di discordia nel Regno degli Uomini.
Toccherà a Gundar Ardibrace e ai suoi amici intraprendere un pericoloso viaggio alla ricerca di un antico manufatto, con il quale ridare vita alla leggenda di Turok e salvare il suo popolo.
Intrecci avventurosi, intrighi diplomatici, incontri sorprendenti e grandi battaglie si profilano sul sentiero dei coraggiosi amici, che divisi dal destino dovranno dare prova della loro proverbiale determinazione e del loro indomito coraggio.”

Si tratta del primo libro di Stefano, e devo dire che per essere uno scrittore emergente ha dato vita ad un vero capolavoro!

Il genere è definito dall’autore “Epic Fantasy”, sarò onesta con voi, non sono esperta di questo genere letterario, per tanto non ne parlerò da esperta ma dirò solamente ciò che penso!

Ci troviamo di fronte ad un bel tomo da 890 pagine! Ebbene sì cari lettori avete letto bene ! Penserete siano troppe, forse è vero ma dato che si tratta di un romanzo autoconclusivo, l’autore non ha badato a “pagine” pur di dar vita al suo romanzo nel migliore dei modi!

L’autore ha dimostrato una passione e un impegno davvero sorprendenti, cosa che non sempre gli scrittori emergenti dimostrano negli ultimi tempi.
Onestamente ho avuto modo di vedere scrittori che si buttavano nella creazione di libri solo per popolarità via web o tanto per far qualcosa, Stefano Girola invece, ispirato anche dal figlio a cui è dedicato il libro, ha dimostrato vero amore in questo progetto e di tenere davvero tanto ad una recensione positiva o negativa che fosse, davvero ammirevole!

Ma torniamo a noi!
Ovviamente non parlerò dell’intero libro in quanto non voglio spoilerare nulla!

Ci troviamo a Irìdia, un mondo abitato da Nani, Umani e Orchi.
Gli Orchi sono sempre stati una minaccia per le altre due razze ma da tempo la vita era più tranquilla – anche se i cari Orchi ogni tanto comparivano pronti a compiere qualche “Marachella”.
Il tempo della tranquillità finisce nel momento in cui gli Orchi iniziano ad apparire troppo spesso.

E qui incontriamo Gundar, un nano davvero simpatico e molto gentile, che si trova in viaggio con i suoi amici Ardax, Thordax e la dolce Hana (di cui è segretamente innamorato! L’amore non può mai mancare!) verso una città vicino a loro, famosa per l’ottima birra! (e già questi nani buongustai ci stanno sempre più simpatici!!)
Gundar, sotto ordine di un consigliere del Re, è stato incaricato di assicurarsi che la scorta di birra per le festa dell’incoronazione fosse pronta in modo da poterne organizzare il trasporto verso il loro villaggio per l’imminente festa dell’incoronazione del figlio del loro Re, nonché caro amico di Gundar.

Purtroppo però il viaggio viene interrotto da alcuni orchi in avanscoperta, che si scontrano con i 4 nani, ma state tranquilli! I nostri amici avranno la meglio!
Questo ritorno all’attacco da parte degli Orchi incute timore nei sovrani, i quali temono l’arrivo di una nuova guerra contro queste creature.
Purtroppo i loro timori hanno ottime fondente, infatti durante la cerimonia di incoronazione ci sarà la conferma che la guerra tanto temuta non potrà esser evitata.
Scopriremo che lo scopo degli orchi è quello di metter mano sulla leggendaria Iridiama, un materiale ottenuto con la fusione di diamanti e metalli, l’antico materiale indistruttibile che il grande guerriero dei nani Turok forgiò tempo addietro.
Grazie a questo leggendario materiale gli orchi riuscirebbero a diventare invincibili e a dominare interamente il mondo di Irìdia.
Ovviamente ciò non deve accadere e il nostro Gundar e i suoi amici non si tireranno indietro di fronte alla minaccia degli Orchi e partiranno per un viaggio all’insegna dei pericoli per poter riportare la pace su Irìdia.

Come andrà a finire? Sta a voi scoprirlo! 🙂

Adesso parliamo del lato tecnico del libro!
Come già anticipato prima la passione dello scrittore è decisamente trasmessa al lettore attraverso ogni singola pagina del libro!
Sono rimasta colpita di trovare la mappa di Irìdia, un’idea davvero geniale!!
I paesaggi sono descritti alla perfezione e il lettore è perfettamente in grado di immaginarsi ogni singolo luogo nella propria testa, nessun dettaglio vien trascurato!
Tuttavia questa precisa attenzione alla descrizione non coinvolge solo i paesaggi della storia, ma ogni singola azione del libro, ciò rallenta molto la lettura e il lettore potrebbe facilmente perdere l’attenzione.
Descrivere ogni singola mossa dei personaggi, ogni singolo dialogo, in aggiunta alle descrizioni paesaggistiche rallenta molto la storia, forse qualche descrizione in meno (o qualche descrizione meno descrittiva!) sarebbe stata preferibile al fine di tenere alta l’attenzione del lettore e mantenere il filo della storia!

L’autore però ha davvero una buona capacità descrittiva, riuscivo ad immaginare ogni singola scena e dialogo e di certo è molto coinvolgente, ma appunto se moderato!

Ammetto di aver avuto difficoltà nel leggere questo libro, ma son soddisfatta di essere arrivata fino in fondo!

Se siete amanti di questo genere di racconto non posso che consigliarvelo!

E faccio i miei complimenti a Stefano Girola per il suo libro, come primo racconto il risultato è davvero ottimo!

Cari lettori vi auguro una buona serata 🙂
G.

Annunci