Il Re di picche e la Regina di cuori (parte2) – Angelica Cremascoli

10933773_752934321442702_5483811817607683352_n

 

Buongiorno!!!
Lo so è quasi assurdo che sia qui a recensire la seconda parte del libro “Il Re di picchi e la Regina di cuori” visto che ho scritto 2 giorni fa che avrei iniziato a leggerlo..beh..l’ho finito!!
Purtroppo la mia ingordigia di lettrice accanita mi ha fatto finire il libro in 2 giorni!!
Ma torniamo a noi e al libro!

SPOILER ALLERT
Se non avete ancora letto il primo volume (clicca qui per la recensione de “Il Re di picchi e la Regina di cuori-parte1) NON CONTINUATE A LEGGERE!

TRAMA

La fuga a Las Vegas è servita a Engie per far luce su quello che vuole davvero. Ora il suo cuore può tornare a battere di nuovo per amore, ma purtroppo troppo tardi. Derek, ormai stanco dell’atteggiamento della donna, non l’ha aspettata ed è andato avanti. Engie però non si arrende e, spalleggiata dall’amica Brenda “Brownie” Brandi e dalla sua compagnia di ballo, si lancia in un tour in giro per gli USA che le permetterà, forse, di tornare ad essere la regina del cuore di Derek Heart.

Al termine del primo volume, vediamo Engie scappare dall’amore che Derek tenterà invano di confessarle, con la scusa di seguire Darren e la crew, verso la città dei peccati di Las Vegas.
Engie si troverà ben presto in aeroporto con la sua crew pronta per la sua prossima avventura, nemmeno l’arrivo imprevisto di Derek la fermerà dalla sua fuga, lasciando il povero ragazzo dagli occhi azzurri solo a guardare la ragazza che ama sparire.
Derek soffocherà la sofferenza nei peggio modi, turbando i fratelli e Brownie.
Sesso e solo sesso, con qualsiasi ragazza le capiti a mano, quasi volesse punirle per il male che Engie gli ha procurato.
Nel frattempo la crew di Engie è tornata a LA finito il loro ingaggio a Las Vegas, ma Engie pare non essere tornata, rimanendo nella città dei peccati a trovare “se stessa” o semplicemente a rimandare un ritorno traumatico per la sua mente e il suo cuore.

Derek, tramutatosi in una statua di ghiaccio e odio, si troverà casualmente nel locale dove Engie lavora.
Sconvolta per l’amara sorpresa, Engie farà il possibile per evitare il contattato visivo con quegli occhi che le fanno perdere il nume della ragione.
Derek a sorpresa andrà da lei, nel suo camerino, facendola sua con freddezza dicendole che a breve lui andrà via per il tuo del suo nuovo disco e che lei è libera di tornare a LA.
Sconvolta, piena di domande, Engie alla fine tornerà a LA da Brownie, ma le sorprese non finiscono, scoprirà che Derek è impegnato con una persona che Engie conosce purtroppo bene (tranquilli non è Brownie! Lei ha occhi solo per Caleb ! ) e come se non bastasse a causa dei suoi continui viaggi mentali, Engie si troverà ad accettare inconsciamente la proposta di Derek di avere lei e la sua crew nel loro tour.
Come farà Engie a vivere per dei mesi a stretto contatto con la causa dei suoi turbamenti? Come farà a stare lontana da quegli occhi blu che tanto ama, come farà a resistere alla voglia di farsi stringere dalle braccia possenti di Derek?
Accetterà la sfida?

Ragazzi, questo libro mi ha fatto rimanere col fiato sospeso tutto il tempo.
I colpi di scena non mancano e non sai mai cosa aspettarti da entrambi i protagonisti
In questo volume ci troviamo di fronte ad un cambio di ruoli, la freddezza iniziale di Engie diventa un disperato tentativo di provare a riconquistare Derek, al contrario l’iniziale disperato tentativo di Derek di avvicinarsi sempre più ad Engie si trasforma in freddezza e tentato odio, perché tentato? Perché entrambi non riescono a dimenticare ciò che è stato e ciò che hanno provato, possono provarci, possono nasconderlo in un angolo remoto dei loro cuori ma uno sguardo, un accidentale tocco di mani fa esplodere il loro vaso di pandora creando il caos più totale.

Engie è maturata molto rispetto al primo libro, per quanto le sue cavolate in pieno stile “Engie” non manchino (chi nasce tondo non può morir quadrato!!)
Ci troveremo di fronte alle riflessioni interne di una ragazza che deve fare i conti con ciò che la sua fuga ha causato a lei e a Derek, ed è in lotta contro il spesso muro di ghiaccio che Derek ha innalzato tra loro.
Ovviamente non mancheranno i soliti battibecchi e le solite frecciatine tra i due, ma ci sarà sempre quella punta amara di risentimento da parte di entrambi.
Mi è piaciuto il fatto che Engie sia conscia di ciò che ha causato il suo gesto folle del primo libro e che non si limiti a piangersi addosso aspettando che una mano dal cielo l’aiuti.
Tra colpi di testa e ragionamenti profondi, Engie continuerà il suo percorso di maturazione, si avvicinerà sempre di più a capire se stessa e a capire cosa è meglio fare per lei e per salvare l’anima di Derek.

Derek è diventato un ghiacciolo, non mostra sentimenti se non disprezzo e odio per Engie, o almeno così spera di farci credere.
Soffre ma allo stesso tempo e carico di rabbia al punto di comportarsi spesso in modo troppo meschino nei confronti di Engie.
Per quanto lei abbia sbagliato, certi trattamenti non se li merita nessuno, ma insomma…sono uomini no? (modalità solidarietà femminile: ON)

Tra frecciatine, litigi e sguardi furtivi i nostri Engie e Derek avranno davanti a loro un bel viaggio da affrontare.
Cosa succederà?

Sta a voi scoprirlo!

NOTA DOLENTISSIMA DI QUESTA SAGA: la nostra amata Angelica non ci ha ancora donato il terzo volume, ancora il lavorazione. Perché nota dolente? Perché non posso starmene qui ad aspettare!! Sono troppo curiosa, ci sono cose in sospeso che vanno chiarite, Cara Angelica mi raccomando non farci aspettare troppo!!

Sempre più soddisfatta di questa saga e sempre più in adorazione per Engie e Derek!
Chissà che un giorno non mi trovi anche io a conoscere un Derek tutto per me ?! 😉

Buona giornata
Un abbraccio!
G.

Annunci

Il Re di picche e la Regina di cuori (parte1) – Angelica Cremascoli

1

 

Buonasera miei cari lettori!
Eccomi di nuovo qui a recensire il libro della settimana!

Premetto che ho letteralmente divorato questo libro! Nonostante i mille impegni lavorativi, avevo il kindle sempre con me! Tanto ero curiosa di terminare il libro!!

Faccio una piccola premessa, forse poco coerente con la recensione di oggi..
Il bello dell’aver creato questo blog non è solo poter esprimere la propria idea su un racconto e condividere i propri pensieri con voi (anche se è un blog ancora piccolo e poco visitato!) ma il fatto che grazie ai social hai la possibilità, e spesso la fortuna, di essere contattata da scrittori emergenti che ti chiedono di leggere il loro libro e recensirlo.
Non ci sono soldi né altro di mezzo, lo vedo come un regalo da parte mia a chi scrive, e un regalo per me da parte della/o scrittrice/scrittore.
E decisamente questo è stato un bel regalo 😀
L’autrice di questo racconto è Angelica Cremascoli, GIOVANISSIMA autrice, di una grandissima annata! Lo dico perché come lei, anche io sono del 1991 😛
Ad ogni modo mi ha davvero fatto piacere essere contattata per leggere questo libro, e posso anticipare che l’ho amato, e vi dirò perché!

TRAMA
Los Angeles, California. La culla dei sogni, il seno a cui gli artisti impavidi e temerari si attaccano per succhiare fama e successo, l’abbraccio persuasivo della seduzione. E’ qui che Engie Porter, ballerina eclettica e donna paralizzata dalla paura d’amare, incontra un temibile futuro, riflesso negli occhi celesti e appassionati di Derek Heart. Con un risveglio turbolento, Engie cerca di sottrarsi ai tranelli della vita, malgrado il destino, incarnatosi in Brenda “Brownie” Brandi, la diva, la super star, la regina dello showbiz, colei che aleggia sulla storia, ne muova sfacciatamente le fila. Una storia d’amicizia, d’amore, d’orgoglio; un duello di menti e di cuori, coinvolti nell’aspra battaglia per la reciproca conquista. Riuscirà l’amore a farsi strada di nuovo nel cuore di Engie Porter?

Engie Porter e la sua mente sono le protagonista della storia.
Ballerina di talento, lavora come coreografa e ballerina per la sua migliore amica, nonché star mondiale Brenda, detta Brownie.
Una mattina si ritrova a fare i conti con quella che tutti chiamano “L’Alba del giorno dopo”, ovvero un dopo sbornia con i controfiocchi, non sa cos’ha combinato né dove si trovi!
Ma ci metterà poco a capire di trovarsi in casa del bellissimo Derek Heart, detto Kay, rock star di fama mondiale.
Il tenebroso cantante dagli ipnotici occhi celesti sarà la causa dei nuovi turbamenti di Engie, come se non ne avesse già abbastanza!!
Inizierà un’amicizia a suon di telefonate intercontinentali, durante i tour mondali di entrambi. Un’amicizia però che si evolverà di giorno in giorno in qualcosa di più complesso…MA NON VI SVELO ALTROOOO! *cattiveria mode: ON*

Engie…. cosa dire della biondina più pazza di LA? L’adoro! Mi ci rivedo molto in lei, soprattutto per i milioni di pensieri che l’affliggono ogni 5 minuti, i mille viaggi mentali e gli innumerevoli ragionamenti contorti.
Un passato turbolento ha fatto sì che iniziasse a costruire un muro per proteggersi dagli altri, e una brutta delusione d’amore ha fatto sì che questo muro si completasse.
La paura di amare, di esporsi troppo agli altri, di mostrare i propri punti deboli sono ciò che turbano la mente di Engie ogni giorno e che la spingono a rimanere dietro quel muro invisibile che protegge il suo cuore.
Fa fatica ad aprirsi con gli altri e si difende senza pietà con la sua lingua biforcuta, sempre pronta con rispostine adeguate a chi osa troppo o a chi cerca di invadere i suoi spazi emotivi.
Il suo caratterino le ha regalato il soprannome di “Rott – Rottweiler” dai compagni di Tour e da Brownie.
La sua migliora amica non è di certo da meno, anche a lei toccano spesso le rispostine acide di Engie, ma anche la nostra Brownie è sempre pronta a difendersi non con gli artigli ma con le sue unghie laccate 😉
Sono gli opposti ma insieme si completano e si bilanciano, un’amicizia particolare ma forte come non mai!

Altrettanto particolare è il rapporto che si instaurerà tra Engie e Kay, battibecchi e frecciatine decorano questa assurda relazione di amicizia.
Entrambi sentono una forte attrazione, ma ne sono spaventati, turbati, quasi come se si trovassero davanti a sensazioni mai provate, estranee rispetto a ciò a cui avevano fatto fronte fino ad allora. Che sia il vero amore? Semplice infatuazione? O solo un’amicizia molto forte tra un ragazzo e una ragazza?
Kay si dimostrerà più temerario, al contrario di Engie troppo presa a sopportare la sua mente contorta, la quale non fa che farla impazzire con mille pensieri!

A livello tecnico, il libro è veramente scritto bene!
I pensieri di Engie, per quanto troppi o assurdi possano essere, sono ben strutturati e posizionati all’interno del racconto in modo perfetto!Non c’è rischio di far perdere al lettore il filo della storia! E’ tutto concatenato alla perfezione!
Le telefonate tra Engie e Kay, i loro dialoghi e i battibecchi tra Engie e Brownie sono sempre divertenti e onestamente non ti stanchi mai di leggerli 😉
Mi immaginavo ogni singola scena nella mia testa quasi come se fosse un film! Ero letteralmente coinvolta sia mentalmente che emotivamente ed è una cosa che pochi scrittori sanno realmente regalare al lettore! Grazie Angelica! 🙂

Ma questo libro non è solo la storia di una ragazza alle prese con un’infatuazione, la sua vita, le gag con gli amici e i battibecchi divertenti.
Spesso i dialoghi e i pensieri durante il racconto raggiungono anche picchi di serietà non indifferente, quasi riflessioni filosofiche che io stessa sentivo come miei, come se Angelica volesse dire a noi ragazze “guardate che non siete sole con i vostri pazzi ragionamenti, siam tutte sulla stessa barca” o almeno è ciò che ho sentito io! Molte riflessioni della protagonista mi hanno fatto riflettere su ciò che sento io stessa, mentre le opinioni di Brownie e Kay  (presi nel dare suggerimenti o consiglio all’amica) spesso mi hanno fatto pensare ai miei eventuali errori, questo perché mi sono accorta di essere una vera e propria Engie!
Insomma mi sono sentita totalmente coinvolta, forse troppo? Non lo so! In ogni caso posso applaudire e complimentarmi con Angelica, hai scritto un bellissimo libro.

Cari lettori forse ho divagato troppo e son stata troppo sul personale, ma comunque posso dirvi che questo libro ve lo consiglio al 100%!!
Ora scusatemi ma devo iniziare a leggere il secondo volume 😉

Buona lettura!!
Un bacio
G.

Le Bugie Del Nostro Amore – Chelsea M. Cameron

HC_C_Cameron (1)

 

Ciao a tutti,
Oggi vi parlerò del libro di Chelsea Cameron, intitolato “Le Bugie Del Nostro Amore”

TRAMA

Per incastrare suo padre, devo servirmi di lei. Devo farla innamorare di me prima ancora che si accorga di quello che sta accadendo. Sarà facile. L’ho già fatto in passato e lo rifarò in futuro. E’ solo una ragazza. Uno strumento per ottenere quello che voglio. Quando avrò finito con lei, non mi guarderò indietro. Questo era ciò che pensavo. Fino al momento in cui l’ho incontrata.

La trama mi aveva incuriosita molto, e così l’ho aggiunto alla carrellata di libri che ho acquistato un venerdì pomeriggio!

Purtroppo questo libro non mi ha entusiasmata tanto 😦
Mi ritrovo a dover fare un recensione poco positiva, e odio farlo, ma devo !

Mini nota positiva, il libro è dal punto di vista maschile, è la prima volta che mi ritrovo davanti ad un romanzo al maschile, non fraintendetemi, non sto parlando dei rifacimenti di un libro già pubblicato riscritto dal punto di vista del personaggio maschile! A differenza di questi ultimi, questo racconto nasce dal punto di vista del personaggio maschile.
Particolare davvero interessante, siamo abituati troppo alle storie d’amore viste dagli occhi delle donne, e questa diversità mi ha davvero incuriosita.

Quinn Brand è un giovane uomo d’affari, sotto mentite spoglie (il suo vero nome è Sylas).
Lavora in un’azienda che si occupa di investimenti e di nascosto, assieme al suo gruppo di amici, si occupa di truffare i ricchi investitori.
Scopriremo che Sylas e i suoi amici hanno truffato più persone in passato, in diverse città e si trovano davanti all’ennesimo bersaglio: il sig. Beaumont.
Tutto sembra essere come sempre, riunioni per scoprire più informazioni sul bersaglio, tattiche per truffarlo ecce cc.. ma qualcosa cambia..

Sylas scopre che la sua vittima ha una figlia e decide di arrivare al suo obiettivo sfruttandola.
Il suo gruppo di amici, che allo stesso tempo sono guardie del corpo e hacker incalliti, iniziano a stalkerare la ragazza.
Tutto ciò per fa sì che Sylas la incontri “per caso” in un bar, solita a frequentare, per poterla conoscere.
Da questo “casuale” incontro nasce questa misteriosa frequentazione che non vi dirò come procederà proprio per evitare di spoilerarvi troppo la storia.

Penso che il personaggio di Sylas sia una versione un po’ meno figa del famoso Christian Grey di 50 sfumature.
Il background di Sylas, e i motivi che lo spingono a fare ciò che fa, sono un po’ troppo simili al passato di Mr. Grey.
Ha un passato traumatico che lo ha spinto a commettere questi crimini finanziari per poter truffare la classe di ricchi solita a truffare i più poveri e deboli.
L’intero romanzo gira intorno ai pensieri tortuosi di Sylas. Purtroppo spesso pensa solo ad una cosa, che viene trascritta in modo un po’troppo volgare (a mio parere).
Ogni pensiero di Sylas è scritto con i peggior vocaboli trovabili sul dizionario (se ce li han messi!) e soprattutto una parola in particolare si ripete continuamente in ogni singola pagina (una parola usata per descrivere l’atto di accoppiamento al quale pensa sempre il nostro amico Sylas).
Usare certe parole, seppur volgari, una volta ogni tanto è accettabile, ma vedere continuamente ripetere la medesima parola ogni 5 frasi è un pochino estenuante e di poco gusto.

Ma parliamo della piccola vittima di questo gioco malsano: Sadie!

Inizialmente mi piaceva un sacco.
Figlia ribelle di ricchi magnati della società, che rema contro i voleri dei genitori.
Tuttavia mi è crollato il mito della ragazza ribelle, intrapendente e razionale, quando al primo appuntamento, nel momento in cui Quinn/Sylas le confessa di voler “divertirsi” con lei contro il muro di un vicolo, questa cede tranquillamente senza batter ciglio…seriamente???
E’ qui che, secondo me, la scrittrice ha sbagliato, ha reso tutto troppo facile per il caro Quinn/Sylas, tutto troppo surreale, sfido chiunque a cedersi così tranquillamente ad uno sconosciuto che confessa di volerti ******* contro il muro! Ricco o non ricco! Nemmeno nella famiglia felice e utopica della Mulino Bianco troviamo una figlia così permissiva e rilassata!!

Altra nota dolente: non ho ben capito il modo altalenante con cui procede la loro relazione a livello psicologico!
Mi spiego meglio:
Quinn/Sylas soffre decisamente di bipolarismo, e posso capirlo dal momento che si trova a combattere tra razionalità e sentimenti. Sente che questa relazione lo sta coinvolgendo troppo ed è spaventato in quanto deve pensare solamente allo scopo finale di questa missione. Purtroppo per lui inizia ad essere difficile separare cuore e dovere e ci troviamo davanti a dei “mi piace” e dei “è solo un bersaglio” ogni 4 parole, ma come ho già detto da lui posso capirlo!
Ma Sadie….oh Sadie! Anche la cara testolina rossa non è tanto in campana! Qui abbiamo un disturbo da personalità multipla, passiamo dalla ragazza ribelle che vuole vivere la sua vita ed essere intrapendente, alla misteriosa panterona che si concede facilmente, alla ragazzina innamorata con i cuoriccini al posto degli occhi, alla semplice donna misteriosa, alla donna assillante che riempie di domande il partner…davvero troppe personalità!
Se fossi stata in Quinn/Sylas l’avrei presa a bastonate dopo i primi cambi di umore e personalità o sarei scappata a gambe levate! Ma lui a quanto pare è troppo innamorato! 😛
Scusate lo so, son troppo cattivella, ma mi aspettavo decisamente di più da questo racconto.
Sembra quasi che pur di terminare il romanzo siano state scritte cose a caso che spesso non filano col discorso o con l’essere dei personaggi! Ma ripeto è solo la mia opinione!

Devo dire però che il finale mi ha letteralmente lasciato a bocca aperta!! Il colpo di scena mi ha dato speranza per il prossimo volume della saga!
Ma non vi dirò altro sta a voi leggerlo se siete curiosi!
Vi dico solo che è decisamente ciò che ci voleva per un lettore che, come me, è rimasto un pochino deluso! E di certo, anche se son rimasta poco soddisfatta , un minimo mi è comunque piaciuto – l’amore è sempre l’amore no??? – adesso aspetto di leggere il secondo volume! 🙂

Un abbraccio
G.

Oblivion – Jennifer L. Armentrout

Oblivion

 

 

Ciao a tutti cari Lettori! 🙂
Oggi vi parlerò di uno degli ultimi libri della mia amata Jennifer Armentrout!
Il libro si intitola “Oblivion”, si tratta di Obsidian visto dal punto di vista del nostro amatissimo Daemon!

Leggere questo libro mi ha spronato a rileggere l’intera saga Lux! In una settimana l’ho quasi divorata tutta!! Daemon è davvero irresistibile 😛
Ma torniamo a noi e al libro!

Trama:

Nell’istante stesso in cui Katy Swartz si è trasferita nella casa accanto ho capito che sarebbero stati guai. Guai seri.

Ma Katy è diversa dagli altri. Non posso tenerla lontano. Non posso impedirmi di desiderarla, di volerla
toccare, o di voler usare i miei poteri per difenderla.
Al mio primo minimo cedimento, si scatenerà ’inferno.
Innamorarmi di Katy, un’umana, non metterà solo lei in pericolo. Ci porterà tutti alla morte.

Forse la mia opinione è troppo di parte a causa del mio essere troppo romanticona e amante di questo genere, ma devo dire che la cara Jennifer non sbaglia un colpo!
Temevo fortemente di rimanere delusa, spesso questo genere di libri tende ad essere un flop…e invece…

L’HO AMATO!

La nostra cara scrittrice ha davvero centrato il concetto del “riscrivere un libro dal punto di vista di un altro personaggio”. Mi è capitato di leggere diversi libri nati da questo concetto e, credetemi, son stati una vera delusione, non c’era quasi mai abbastanza attenzione ai pensieri e ai sentimenti del personaggio e spesso era un semplice copia e incolla del libro iniziale con qualche modifica.
Jennifer Armentrout non è tra queste!!! Non mi ha delusa, ha scritto tutto ciò che speravo di trovare tra le pagine di Oblivion!

Ogni singolo pensiero di Daemon è finalmente esposto a noi lettori in ogni sua sfaccettatura! Finalmente scopriano cosa passa per la testa di questo bel moraccione dagli occhi verdi da quando incontra Kat per la prima volta fino al termine del racconto.
Nulla è stato tralasciato, ogni singola parte di Obsidian è perfettamente rivisitata in Oblivion sotto gli occhi di Daemon, nessun copia e incolla malfatto! Davvero perfetto!

In Obsidian vediamo una Katy incapace di comprendere il comportamento grezzo di Daemon, e finalmente ora sappiamo quanto sia stato difficile per lui comportarsi “male” per cercare di cancellare quella forte attrazione nei confronti della vicina di casa, il tutto per salvaguardare sua sorella e i suoi simili.

Vediamo un Daemon lottare contro il suo intenso desiderio conquistare Katy, sentimento da cui cerca incessantemente di sfuggire, illudendosi di non provare nulla.
È una vera lotta tra il suo cuore e la ragione, e come tutti sappiamo, ovviamente il cuore avrà la meglio! (ahimè queste cose succedono solo nei libri! 😦 )

Per me Jennifer Armentrout è il genio di questi generi letterari amorosi che mi piacciono tanto, ne ha scritti tantissimi (e arriveranno le recensioni!) e difficilmente tende a deludere il lettore!

Libro consigliatissimo! Ma solo se avete già avuto modo di leggere tutti i libri della saga! 😉
A luglio avremo il piacere di trovarci fra le mani Onyx (secondo volume della saga) dal punto di vista di Daemon, sarà altrettanto bello come Oblivion? Jennifer riuscirà a non deluderci? Speriamo!!!

Un abbraccio
G.